Museo Enrico Butti
Museo Enrico Butti
5
Musei specializzati
Scopri di più
Scrivi una recensione
Le commissioni incidono sulle esperienze mostrate su questa pagina: scopri di più.

Controlliamo le recensioni
In che modo Tripadvisor gestisce le recensioni
Prima della pubblicazione, ogni recensione di Tripadvisor viene esaminata dal sistema di monitoraggio automatico che raccoglie informazioni rispondendo alle seguenti domande: come, cosa, dove e quando. Se il sistema rileva un elemento che potrebbe non rispettare il regolamento della community, la recensione non viene pubblicata.
Se il sistema rileva un problema, la recensione viene rifiutata automaticamente, inviata al recensore per la conferma o esaminata manualmente dal team di esperti di contenuti, al lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per mantenere la qualità delle recensioni sul nostro sito.
Il nostro team verifica ogni recensione pubblicata sul sito segnalata dalla community per mancata conformità al regolamento della community.
Scopri di più sulla moderazione delle recensioni.
5.0
8 recensioni
Eccellente
7
Molto buono
1
Nella media
0
Scarso
0
Pessimo
0

Elisa
21 contributi
set 2019
Museo piccolo ma ben curato, che espone un patrimonio culturale forse ancora poco conosciuto ai più. Vi sono particolarmente legata, in quanto ho avuto l'occasione di approfondire l'egregio lavoro di scultori e scalpellini per la mia tesi. Sicuramente merita una visita se si è in zona, per scoprire la nascita e la creazione di molti grandi patrimoni artistici italiani.
Personale disponibile e preparato.
Scritta in data 6 novembre 2019
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

nonnalalla
legnano32 contributi
giu 2017 • Amici
se vi capitasse di andare in zona città di Varese e la zona del suo lago non perdete l'occasione di visitare questo museo e la gipsoteca. Sono situati in un bellissimo giardino e appena varcata la soglia vi troverete immersi in un mondo molto particolare: Enrico Butti, e qui sono conservati molti suoi gessi anche a grandezza naturale, è uno degli artisti importanti del Cimitero Monumentale di Milano. Non perdete inoltre la visita del Museo dei "picasass", gli scalpellini che hanno reso questa cittadina importante nel mondo.
Ah, abbandonate per una volta la vostra automobile, recatevi alla stazione dei bus che si trova fra le due stazioni ferroviari, salite sul bus che porta a Clivio e godetevi la gita nella verde valle.
Scritta in data 11 giugno 2017
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

AleNeiva
Viggiu, Italia17 contributi
lug 2016 • Coppie
Piccolo museo di in grande artista che ha fatto opere come il monumento dei caduti a Varese, altre nel cimitero monumentale di Milano.
Scritta in data 29 luglio 2016
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

spisone
Milano, Italia77 contributi
nov 2014 • Amici
sono esposte diverse opere dello scultore Enrico Butti, l'ambiente e' confortevole ed il personale disponibile. Considerata la produzione artistica del Butti, l'esposizione e' alquanto limitata.
Scritta in data 13 ottobre 2015
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

Jackfazio
Compiano, Italia4 contributi
ott 2013 • Solo
Immerso in un bel parco con un incantevole vista sulle prealpi,un piccolo scrigno,un incantevole raccolta di opere ed una biblioteca con personale attento e disponibile
Scritta in data 25 giugno 2014
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

lera9
Milano, Italia4 contributi
apr 2014 • Amici
Come sempre,anche quando sono in vacanza a rilassarmi non manco mai di abbinarci un po'di cultura.E il Museo Enrico Butti,a Viggiù,permette proprio questo:cioè di ammirare tutte le opere del noto scultore,autore di opere esposte anche a Milano,e di tanti altri artisti viggiutesi(una vera fucina artistica questo paese!!!!).
Le statue sono imponenti e solenni e sembrano riecheggiare ad un antico e glorioso passato.
Inoltre è davvero interessante anche il Museo dei Picasass che riporta davvero ad un'altra epoca mostrandoci come,ancora una volta,i viggiutesi siano stati maestri in quest'arte,sempre presenti dove"si faceva la storia".
Senz'altro merita una visita anche per conoscere uno "spicchio artistico"purtroppo magari poco noto al grande pubblico,qui esposto in maniera da essere ben valorizzato.
Scritta in data 22 giugno 2014
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

trai
Varese, Italia167 contributi
Siamo stati recentemente a visitare questo scrigno di opere del noto scultore viggiutese Enrico Butti, autore del monumento a G. VERDI di piazzale Buonarroti a Milano e del monumento al guerriero di Legnano.
Una moltitudine di opere del maestro e altri artisti viggiutese. Molto interessante!
Scritta in data 14 maggio 2014
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.

civiggi
Viggiu, Italia17 contributi
ago 2013 • Coppie
Una raccolta veramente interessante che espone tutte le opere principali della scultore viggiutese Enrico Butti. A corollario del museo principale vi sono altre tre collezioni di particolare rilievo quella dedicata alla lavorazione della pietra di Viggiù: il "Museo dei PIcasass"
Scritta in data 13 maggio 2014
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un utente di Tripadvisor e non di Tripadvisor LLC. Tripadvisor controlla le recensioni.
Le commissioni incidono sulle esperienze mostrate su questa pagina: scopri di più.
Ci sono errori o manca qualcosa?
Suggerisci modifiche per migliorare il profilo.
Migliora questo profilo

MUSEO ENRICO BUTTI (Viggiu): 2023 - tutto quello che c'è da sapere

Domande frequenti su Museo Enrico Butti