Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Tbilisi Marriott Hotel

Viaggiatori (353)
Camera e suite (111)
Ristorazione (29)

Informazioni

N.9 di 306 hotel a Tbilisi
Posizione
Pulizia
Servizio
Qualità/prezzo
Travellers' Choice Vincitore 2019
Certificato di Eccellenza
Servizi della struttura
Ristorante
Centro fitness con palestra/sala fitness
Servizio in camera
Bar/Lounge
Internet ad alta velocità gratuito (WiFi)
Accessibile in sedia a rotelle
Centro congressi con accesso a Internet
Colazione disponibile
Concierge
Connessione Wi-Fi a pagamento
Hotel non fumatori
Internet a pagamento
Lavaggio a secco
Personale multilingue
Sala banchetti
Sale riunioni
Servizio lavanderia
Strutture per conferenze
Trasporti per l'aeroporto
Wi-Fi pubblico
Mostra di più
Caratteristiche delle camere
Aria condizionata
Minibar
Camere non fumatori
Camere per famiglie
Suite
Informazioni utili
CATEGORIA DELL'HOTEL
STILE DELL'HOTEL
Affari
Centrale
Link dell'hotel
Visita il sito dell'hotel
Offerta Speciale:Fai clic per i dettagli
Offerte hotel
Pacchetti hotel

Località

Vista completa
100Molto comodo a piedi
Punteggio: 100 su 100
58ristorantinel raggio di 0.5 km
27attrazioninel raggio di 0.5 km
601recensioni
13D+R
2consigli sulle camere
Valutazione
  • 331
  • 213
  • 42
  • 6
  • 9
Periodo dell'anno
Tipo di viaggiatore
Lingua
  • Altre lingue
Filtri selezionati
  • Filtra
  • Italiano
Molto centrale, servizio attento ed efficiente, personale gentilissimo. Camera, con WiFi libero ma non veloce, un po' datata, confortevole con bagno adeguato e climatizzazione efficiente. Colazione molto varia ed abbondante con anche piatti tipici. Lavori di ristrutturazione in corso.
Scopri di più
Risposta da DavidChavchanidze, Rooms Operations Manager presso Tbilisi Marriott Hotel
Risposta inviata il 26 mar 2019
Dear guest, Thank you very much for taking the time to write review about your stay at Tbilisi Marriott Hotel. I am thrilled to hear that you had a fantastic stay and that you found our service wonderful. looking forward to see you next time after renovation. Have a lovely day, David Chavchanidze Rooms Operations Manager
Scopri di più
Un hotel molto carino e funzionale adatto a tutti i tipi di clientela. Non si trova in posizione centralissima ma comunque è ben collegato. Ottimo sono le sale ristorante con buffet veramente all'altezza. Molto gradevole è invece la lobby. Buono è il servizio e le pulizie.
Scopri di più
Buona posizione vicino piazza della libertà. Se si cammina a piedi verso il Radisson a 10 metri di distanza troverete un supermercato eccellente. Il check-in è stato veloce e chiedono un deposito o una carta di credito come garanzia di oneri accessori. Niente di cui lamentarsi come si stia al passo con lo stile Marriott. Hotel in stile boutique.
Scopri di più
“Non mi dica che i Romani sono arrivati fin qui!?” dico al georgiano che mi accompagna a Tbilisi, capitale della Georgia. Secondo me la domanda è legittima, visto che ci troviamo nel Caucaso, a un sacco di chilometri da Roma. “Aspetti di arrivare a casa mia” dice sorridendo il georgiano. Deve aver capito che si trova di fronte a un italiano che ha urgente bisogno di un corso di storia. Secondo Winston Churchill I Balcani producono più storia di quanto riescano a consumarne. Mi sbaglierò, ma il Caucaso è un concorrente diretto dei Balcani. Se il Louvre o un museo americano sapessero cosa custodisce quella, gli farebbero un’offerta milionaria. “Bisognerebbe spiegare troppe cose”, si stringe fra le spalle il proprietario, accarezzando con gli occhi i gladi romani, un elmo persiano di elegante fattura e una collezione di sciabole damascate. La Georgia ha conosciuto Roma, ma i suoi attuali 5 milioni di abitanti non si sognerebbero mai di rinunciare al loro complicato alfabeto per quello latino. Per lo straniero è un continuo tentativo di capirci qualcosa, con scarsi risultati per chi è arrivato da poco. Da dove viene la lingua georgiana? È un mistero, perché non è simile a nessun’altra; forse al basco, dicono ridendo. Non si fa che parlare dei russi e delle loro mire sulla Georgia. Ma insomma, i georgiani e i russi si amano o si odiano? I georgiani di una certa età conoscono benissimo il russo, mentre i giovani o non lo sanno o fingono di non saperlo, dicendo di preferire l’inglese. La Georgia è stata per una settantina d’anni una repubblica sovietica, ma è stata legata in un modo o nell’altro ai russi per duecento anni. Forse i georgiani non erano solo sudditi, visto che Stalin e Eduard Shevardnadze – tanto per fare un esempio - erano georgiani ed hanno avuto un ruolo preminente nella storia russa recente. Appena i russi hanno fatto fagotto, all’inizio degli anni ’90, i georgiani hanno abbattuto la statua di Lenin che troneggiava nella piazza principale, sostituendola con quella di San Giorgio. E ribattezzando la piazza in Piazza Della Libertà. Secondo me molti georgiani sono orgogliosi del fatto che Stalin fosse georgiano. Indicano con studiata indifferenza l’ex seminario, dove Stalin ha studiato da prete (dal 1894 al 1898). Un bel palazzo, costruito da un architetto italiano, dicono gentilmente. Dal punto di vista estetico sono meno teneri con un ponte recente, anche lui di un architetto italiano. Il ponte attraversa il fiume Mikvari, è coperto di vetro e sembra un serpente con le scaglie che luccicano. Un vero pugno nell’occhio. “Il famoso piatto dei tempi sovietici, il pollo tabakà, mi pare che fosse georgiano” dico per fare sfoggio della mia conoscenza culinaria socialista. “Sì” rispondono, “Era un piatto povero, non rappresentativo della nostra gloriosa cucina. Adesso è praticamente scomparso”. L’aggettivo gloriosa è esagerato, ma la cucina georgiana è sicuramente eccellente. Provare per credere. Magari evitando di dire che molti piatti sono quelli tipici della cucina ottomana, comune ai i paesi dove sono passati i turchi. E l’economia?, direte voi. La vita non è fatta solo di aneddoti culinari e ripicche internazionali, ma principalmente di fatti economici. Sì, l’economia sembra andare avanti, con un incremento del 4% annuo. Il problema è che il PIL pro capite parte da un livello molto basso e avrebbe bisogno di fare dei salti, per arrivare vicino a quello italiano, tanto per fare un esempio. Noi italiani siamo visti con simpatia e cordialità particolari. Ci invidiano il nostro tenore di vita e sperano di raggiungerlo aderendo alla Comunità Europea, in barba ai russi che fanno di tutto per tenerli nella loro area di influenza. Dopo avere visto i due alti pennoni porta-bandiere davanti al palazzo del Governo, uno con la bandiera nazionale georgiana e l’altro con la bandiera azzurra a stelle dorate dell’Europa, chiedo spiegazioni. “È per far capire a chi fa finta di non saperlo, qual è il nostro orientamento”, rispondono. Tbilisi, la capitale della Georgia, è una città vicina ai 2 milioni di abitanti; in parte monumentale, con palazzoni di stile sovietico ma anche con affascinanti viuzze antiche. È sovrastata da un castello scenografico, raggiungibile con una cabinovia. Un gran viale alberato di Tbilisi, su cui si affacciano palazzi e alberghi di inizio secolo, ricorda un po’ Mosca e un po’ Parigi. Con un pizzico di New York. La città ha la sua buona dose di chiese sparse un po’ dovunque. Il loro Papa, il Patriarca, abita in un palazzetto nella Città Vecchia. Niente a che vedere col Vaticano, ma un bel posto. Chi si domanda se 70 anni di socialismo abbiano spento gli ardori religiosi dei georgiani, rimane deluso. La gente che passa davanti a chiese e conventi si segna tre volte con devozione e la bandiera nazionale contiene almeno quattro croci. Ti fanno notare con orgoglio che se gli armeni dicono di essere stati i primi a convertirsi al Cristianesimo, i georgiani vengono immediatamente dopo. Dimenticando gli orrendi monumenti ed edifici modernistici, che ormai sorgono in tante città del mondo, Tbilisi merita proprio il turismo che sta sviluppandosi.
Scopri di più
Indeciso sulla valutazione. L'hotel è ovviamente uno dei migliori in città, per la posizione e per la struttura in sè. La camera che mi è stata assegnata era di dimensioni adeguate, bagno non grandissimo, con vasca da bagno piccolina. La camera, tuttavia, era per fumatori, ma non è stato evidenziato durante il check in. Il giorno dopo l'ho fatto notare alla reception, mi è stato proposto lo spoastamento in una camera non fumatori. Altro aspetto negativo è il wi fi a pagamento in camera e fuori dalle aree comuni, dove invece è free, ma non eccezionale. I canali TV presentano una scelta limitata. Ad ogni modo, la struttura risulta una delel migliori a Tbilisi, il buffet della colazione è vario ed abbondante, il ristorante interno permette di cenare degnamente senza uscire dall'hotel. Posizione central, la città vecchi dista pochi minuti a piedi. Al momento del check out mi è stata addebitata una consumazione in camera non mia. Qualche piccolo inconveniente, hotel da riprovare in un'altra occasione.
Scopri di più
Risposta da Nano U, Guest Relations Manager presso Tbilisi Marriott Hotel
Risposta inviata il 31 mar 2015
Dear Mr. Poggio, It was our pleasure having you here as our guest. Thank you for taking time to write a review following your stay with us. Hereby, I would also like to thank you for your observations regarding the location and overall structure of the hotel. At Tbilisi Marriott Hotel, we take pride in the history of the iconic building as it dates back to 1910. It is regrettable to hear that certain aspects of our service delivery were lacking on this particular occasion. For that, I must apologize, as clearly these are not the service levels we pride ourselves on. On behalf of our entire staff here at Tbilisi Marriott Hotel we apologize for the concerns you had regarding the room allocation and wrong minibar charge on your room bill. All your comments have been shared with our team and we will do utmost to make sure issues like this does not happen again. Thank you once again for sharing these observations with us. Upholding our commitment to provide memorable experience with exceptional service, we hope to have an opportunity to better your experience with us whenever your travels bring you back to Tbilisi. Yours Sincerely, Nano Urushadze Guest Relations Manager
Scopri di più
Indietro
FASCIA PREZZO
USD 168 - USD 325 (in base alle tariffe medie di una camera standard)
LOCALITÀ
GeorgiaTbilisi
NUMERO DI CAMERE
127
È il vostro profilo TripAdvisor?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo