Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

Una settimana in giro per la Riviera Maya

Milano, Italia
Contributore livello
9 post
116 recensioni
48 voti utili
Una settimana in giro per la Riviera Maya

Buongiorno a tutti, appena rientrato da un viaggio in Messico, ed avendo usufruito dei consigli del forum, volevo condividere la mia bella esperienza in quell'angolo di mondo.

Volo: ho optato per una soluzione con scalo. Potete confrontare tutti i prezzi su skyscanner, io invece del diretto che veniva sugli 850 euro ho optato per una soluzione della air europe con scalo a Madrid abbastanza comoda. L'ora e mezzo di scalo ti permette agevolmente di raggiungere comodamente a piedi il gate giusto per il successivo imbarco e non ci sono particolari controlli in grado di farti perdere tempo o il volo.

Arrivati a Cancun abbiamo preso un bus ADO per arrivare in centro e una struttura nel pueblo (non zona hotelera). Il centro me lo immaginavo più vivo, invece tranne il sabato che c'è un po' di gente in giro per il resto si è rivelato abbastanza smorto. Ma non vi preoccupate perché con i bus che guidano come folli in pochi minuti sarete in zona cogo bongo dove c'è il delirio. Il tratto di strada frequentato è piccolo ma i locali si concentrano tutti lì.

Il giorno dopo abbiamo effettuato un'escursione per Isla Contoy e Isla Mujeres. Pick up intorno alle 9, si raggiunge Punta Sam da cui, dopo una piccola colazione, ci si imbarca per Isla Contoy. Il nostro tour prevedeva una sosta snolkeling, poco dopo la partenza, qualche pesce ma niente a che vedere con i colori di Sharm. Dopo la sosta snorkeling, di nuovo in barca direzione Contoy. Il viaggio non è breve, e l'escursione a mio parere dovrebbe partire prima. Arriviamo a Contoy quasi a mezzogiorno, un vero angolo di paradiso con colori stupendi! Giro dell'isola con la guida, e intorno all'13.30 si mangia, pescado, pollo, riso... il pranzo è buono! un po' di relax post pranzo e verso le 14.30 ci si imbarca direzione Isla Mujeres. Anche qui il tempo è limitato perché si arriva intorno alle 16 e ti lasciano giusto un'oretta per fare una passeggiata o un po' di mare... Isla Mujeres l'ho trovata molto carina e viva... molto più di Cozumel. Verso le 17 ci si rimbarca e dopo una mezz'oretta si ritorna a Punta Sam da dove il pulmino ci riporterà in hotel. Durante il tour faranno un book fotografico che tenteranno di vendere per 40dollari (800 pesos). Noi abbiamo pagato dopo una buona contrattazione 250 pesos (12 euro).

Questo tour è costato 90 euro comprensivo dei 10$ richiesti di tassa per l'isola. Come tutti i prezzi sono molto variabili... e tutti coloro che vogliono venderti dei tour vorranno quanto più possibile farci la cresta. Non tutti i i tour sono uguali. Io l'ho fatto con la Cancun Whale Shark Tours prenotando mediante un'intermediaria italiana. In giro sul posto ho trovato anche tour da 60 dollari ma non vi so dire se siano più belli o più brutti. Del mio, lamento che la partenza sia stata troppo tardiva e la barca un po' lenta così da non permettere di godere appieno le isole.

Dovevamo affittare l'auto trovata sul sito cardelmar a 15euro al giorno per riconsegnarla a Tulum ma una disavventura per cui ho smarrito la carta di credito non me lo ha consentito. Senza perderci d'animo abbiamo il giorno dopo proseguito il tour con l'ADO.

Preso un pullman per Valladolid, valigie al seguito, il nostro obiettivo era Chichén Itza.

Orari del bus e prezzi li trovate direttamente sul sito internet dell'ADO. Sono bus fantastici, molto comodi, dotati anche di schermo per la tv e a ogni viaggio proiettano un film o similari. Unica raccomandazione portatevi qualcosa per coprirvi perché l'aria condizionata in Messico la sparano a palla. Puntuali come un orologio svizzero arriviamo a Valladolid, soffocati dal caldo. Il fuso va un'ora in dietro. Raggiungiamo l'hotel, lasciamo i bagagli, ci rinfreschiamo, compriamo qualcosa da mangiare e torniamo di fianco la bus station della ADO da dove partono i collettivi per Chichén Itza (oltre che per i cenote dzitnup e samula e per le rovine Maya di Ek Balam). Poco meno di un'ora di strada e siamo a Chichén Itza. Il biglietto (domenica) costa 220 pesos. Non è un biglietto unico anche per il serale ma sono due biglietti a sé stanti. Quello per il serale veniva sui 240 pesos. Evitate di visitare Chichén Itza dalle 11 alle 14, sia perché è il periodo più caldo, sia perché è il momento in cui viene invasa dai tour.

Entriamo e chiediamo di una guida (prezzo ufficiale 900 pesos due ore). Noi però siamo solo in 2 e il costo è considerevole. Aspettiamo per vedere se si uniscono altri italiani ma nada. Così contrattiamo un giro da un'ora soltanto per 500 pesos. Consiglio assolutamente di prendere la guida perché vi spiega che grandi matematici, fisici e astronomi siano stati i Maya. Terminato il tour guidato, assolutamente sufficiente come durata, continuiamo in autonomia e cominciamo già l'acquisto di qualche souvenir. Probabilmente a Chichén Itza, che oltre ad essere rovine Maya le hanno trasformato in un bazar a cielo aperto, ci sono i prezzi migliori incontrati nel tour, quindi consiglio qualche acquisto per le bancarelle, ricordandovi di pagare circa un quarto del prezzo proposto!!! ;-)

Dopo il giro di Chichén Itza abbiamo preso un taxi e ci siamo fatti accompagnare al vicino e famoso cenote di IK KIL. Il momento scelto secondo me era il migliore! All'andata con il collettivo abbiamo visto che il parcheggio era strapieno di bus dei tour, mentre quando siamo arrivati noi (poco dopo le 16) le piscine erano quasi deserte e, anche se l'ingresso chiude alle 17, puoi stare dentro fino alle 18. Costo 80 pesos a testa. All'interno potrete noleggiare dei salvagente (l'acqua dolce del cenote tenta di portavi verso il fondo) per 30 pesos e delle cassette ove custodire le borse sempre per 30 pesos.

Terminato il tuffo e le foto al cenote siamo usciti e di lì a poco (ore 17.55 circa) è passato un bus dell'Oriente che ci ha riportato a Valladolid.

Valladolid è una tranquilla cittadina messicana, meglio girarla di sera al fresco che durante il giorno. Per cena consiglio vivamente El Atrio del Mayab, giusto nella piazza principale accanto la chiesa. Un atrio fantastico, ottimi Margarita e arrachera, una carne tenerissima da provare.

Il giorno dopo sempre in bus ADO raggiungiamo Tulum, dove alloggiamo sempre nel pueblo visto che nella zona hotelera non c'è niente e i prezzi sono anche molto più cari. Da Tulum partiamo in collettivo e raggiungiamo Xcacel (circa 30 pesos a testa il collettivo), una spiaggia con un piccolo cenote (20 pesos l'ingresso) dove da maggio a settembre ci sono le tartarughe. Purtroppo quando siamo andati noi il mare era abbastanza agitato e non abbiamo potuto godere appieno della spiaggia.

Rientrando sempre in collettivo ci siamo fermati alle rovine di Tulum (70 pesos l'ingresso) muniti di una guida acquistata al bookshop di Tulum+Coba al costo di 50 pesos. Per girare le rovine in tranquillità ci vogliono circa 2 ore (meno se si va di corsa). Terminato il giro ci siamo riversati nella vicina Playa Paraiso (circa 20min di cammino).

Dopo un po' in Playa Paraiso siam tornati in albergo in Taxi (100 pesos la tariffa ufficiale, 80 a seguito di contrattazione).

La sera Tulum non è paragonabile alla movida di Playa del Carmen o di Cancun ma non vi deluderà. C'è una stradina dove in fila vi sono una serie di localini molto europei tra cui il migliore è sicuramente il Batey, buoni cocktail (100pesos) e buona musica dal vivo tutte le sere.

Il giorno dopo eravamo indecisi se andare a Cobà o al mare. Per andare a Cobà da Tulum si può optare per l'ADO o per i collettivi più o meno ufficiali. L'ADO fa una sola corsa la mattina (10.10) e una al rientro intorno alle 15.45. Per strada però ci hanno anche offerto un collettivo. Alla fine però abbiamo optato per il mare finendo ad Akumal, il regno delle tartarughe. Il collettivo vi lascerà sulla strada (35 pesos da Tulum), dopodiché dopo una breve passeggiata sarete in spiaggia. Ultimamente hanno recintato la parte balneabile per evitare che i turisti infastidissero le tartarughe, ma in realtà con un po' di pazienza saranno loro che verranno da voi! Un'esperienza fantastica!!!!

Il giorno successivo prendiamo un tour per Sian Ka'an. Capitiamo con la Amazing Caribbean Tours, una compagnia che non consiglio. Aldilà delle varie peripezie, il tour in truck totalmente sconsigliato, ci si riempie solo di polvere lungo la strada sterrata che dalla zona hotelera di Tulum ti porta a Punta Allen e si prendono un sacco di botte alla schiena. Forse meglio la Jeep ma non avendola provata non saprei. Arrivati a Punta Allen abbiamo preso delle lance, alla ricerca di tartarughe bianche e delfini (avvistati entrambi) dopodiché siam rientrati per un bagno a delle specie di piscine naturali, una spiaggia binchissima con l'acqua bassa. Dopo il bagno, pranzo a Punta Allen abbastanza buono. Nel tour incluso spuntino e bevande anche alcoliche a volontà. Dopo pranzo siamo rientrati avvistando un coccodrillo. Questo tour per come è stato fatto non lo consiglio.

Dalla sera vi era la nostra ultima tappa: la Rimini della Riviera Maya, Playa del Carmen. Ci siamo arrivati in collettivo (45 pesos - la tariffa massima della tratta Tulum - Playa del Carmen) ma potevamo prendere anche il bus della ADO. Appena arriviamo ci rendiamo conto che l'aria che si respira è molto differente da quella della tranquilla Tulum, negozi, luci, locali... molto divertente e giovanile come cittadina.

Passata la sera a Playa il giorno successivo ci imbarchiamo per Cozumel (150 pesos andata e ritorno con la Mexico, 140 con la Ultramar), carina ma Isla Mujeres mi aveva dato un'impressione più viva. Qui invece quando abbiamo ripreso il traghetto delle 18 non vi era già più nessuno per tutta l'isola. Affittate un motorino (contrattando 350pesos per il giorno) e andate alla scoperta delle spiagge, più calme verso Playa del Carmen, più ventose e agitate quelle lato oceano.

L'ultima sera prima della partenza, non potevamo esimerci da un giro al Cogo Bongo di Playa del Carmen. Noi abbiamo comprato a 60 euro il biglietto (lo proponevano a 70 dollari mentre su internet si vendeva a 65 mentre il Venerdì sera costa 50 dollari). In due sere che siamo passati fuori al Cogo Bongo abbiamo sempre visto file spaventose. Non saprei se facendo la fila si spuntino prezzi migliori, la comodità di aver acquistato prima è stata anche quella di non fare neanche un secondo di fila.

L'ultima giornata di mare siamo stati per comodità a Playa del Carmen. Il mare è sempre quello dei caraibi ma vedere i palazzoni dietro di te non è il massimo.

In questo periodo che sono stato io era tornato il problema delle alghe che c'è stato nel 2015... spero tanto si risolva per non deturpare un paesaggio tanto bello.

Per rientrare all'aeroporto di Cancun abbiamo preso un taxi che ci ha accompagnato per 550 pesos, considerando che il biglietto dell'ADO veniva 178 pesos cadauno e non avevo capito a che terminal mi lasciava, l'ho reputato un buon compromesso.

Per il cambio consiglio di portarsi pochi euro, controllare con la propria banca di poter prelevare all'estero con il bancomat, ed evitare così di cambiare. Io avevo una commissione ridicola con la mia banca, e in più pagavo la commissione della banca ove prelevavo. La commissione mediamente variava dai 30 ai 45 pesos nei bancomat delle banche tradizionali, dai 100 ai 130 pesos presso i bancomat installati ovunque sulla quinta avenida. Gli euro in banca non li cambiano, ma solo presso i money Exchange, che naturalmente fanno un cambio inferiore rispetto a quello del bancomat, ergo per cui portare euro o benché meno dollari non conviene. ogni volta che pagherete in una moneta differente ai pesos vi fregheranno! E naturalmente in aeroporto sia all'andata che alla partenza cambiate il meno possibile!!!

Dopo del mio viaggio non sono certamente diventato un esperto, ma se avete curiosità o dubbi chiedete pure.

Torino, Italia
Contributore livello
17 post
7 recensioni
19 voti utili
1. Re: Una settimana in giro per la Riviera Maya

Ciao, la situazione alghe è così "drammatica"?! Un saluto

Milano, Italia
Contributore livello
9 post
116 recensioni
48 voti utili
2. Re: Una settimana in giro per la Riviera Maya

No... ad akumal zero alghe per esempio, a xcacel e tulum ce ne erano di più sulla spiaggia. Quella delle rovine per esempio è chiusa ma nulla di così drammatico da non andare in messico ;-)

Tulum, Messico
Contributore livello
9’142 post
18 recensioni
24 voti utili
3. Re: Una settimana in giro per la Riviera Maya

ma perche' non guardate IN DIRETTA le Web Cam ??????

Modificato: 21 marzo 2017, 22:03
Reggio Emilia
Esperto locale
di Riviera Maya
Contributore livello
1’663 post
21 recensioni
38 voti utili
4. Re: Una settimana in giro per la Riviera Maya

webcamsdemexico.com/webcam-playa-del-carmen

Roma, Italia
Contributore livello
26 post
8 recensioni
6 voti utili
5. Re: Una settimana in giro per la Riviera Maya

Grazie per la tua recensione! Ma è possibile che in banca non cambiano gli euro in moneta locale? Sei il primo a cui sento dire questa cosa...

Modificato: 24 marzo 2017, 09:17
Reggio Emilia
Esperto locale
di Riviera Maya
Contributore livello
1’663 post
21 recensioni
38 voti utili
6. Re: Una settimana in giro per la Riviera Maya

ed anche l'ultimo spero

Tulum, Messico
Contributore livello
9’142 post
18 recensioni
24 voti utili
7. Re: Una settimana in giro per la Riviera Maya

in banca cambiano gli euro

Roma, Italia
Contributore livello
26 post
8 recensioni
6 voti utili
8. Re: Una settimana in giro per la Riviera Maya

TioNash a che ora chiudono in messico le banche normalmente ?

Tulum, Messico
Contributore livello
9’142 post
18 recensioni
24 voti utili
9. Re: Una settimana in giro per la Riviera Maya

alle 16

sabato e domenica chiuso

Castelnuovo del
Contributore livello
52 post
172 recensioni
171 voti utili
10. Re: Una settimana in giro per la Riviera Maya

Dalle web Cam non mi sembra così preoccupante il fenomeno delle alghe. ..

Ottieni le risposte alle domande più frequenti su Riviera Maya.