Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.

“Uno stupefacente tesoro nascosto”
Recensione di Bominaco

Bominaco
Al n.8 in classifica su 3’590 Cose da fare a Abruzzo
Certificato di Eccellenza
Dettagli sull'attrazione
Recensito 3 settembre 2017

La bellezza dell'Oratorio di San Pellegrino e della Chiesa di Santa Maria Assunta sono tanto stupefacenti quanto il fatto che un tale patrimonio sia così poco pubblicizzato e lasciato alla sola cura di volontari senza alcun supporto.
La sig.ra Dora, che su chiamata ci ha accompagnato nella visita, è stata disponibilissima e prodiga di informazioni.
L'Oratorio è veramente bellissimo con un ciclo di affreschi ottimamente conservati che hanno ben poco da invidiare alla Cappella degli Scrovegni o al Duomo di Assisi.
La Chiesa è molto ben conservata anche se più spoglia, con alcuni elementi come il pulpito o la colonna tortile dell'altare di assoluto pregio.
Una visita che sicuramente non si può mancare

Grazie, Mauro C
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Scrivi una recensioneRecensioni (94)
Valutazione
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
Lingua
  • Altre lingue
Filtra

17 - 21 di 94 recensioni

Recensito 27 agosto 2017

Sono stata a Bominaco con il mio compagno, storico dell'arte, per ammirare la splendida serie di affreschi presenti nell'Oratorio di San Pellegrino, uno dei due edifici del complesso monumentale. La visita era gratuita, ma guidata: giunti sul sito aiutati dalle indicazioni delle persone della zona (non è adeguatamente segnalato) abbiamo dovuto contattare telefonicamente una signora (gentilissima, ma suo malgrado poco professionale) che si è precipitata ad aprire: non era una vera guida turistica ma una specie di "custode" delle chiavi del cancello, che ci ha accompagnati all'interno dell'area e ci ha fatto mostrato le due chiese. La signora è stata veramente garbata, ma probabilmente non era abituata a visitatori così minuziosamente attenti ai particolari, per cui sembrava avere fretta che noi terminassimo la visita. Arrivati all'Oratorio abbiamo dovuto illuminarne l'interno a pagamento (e fin qui benissimo, visto che questo genere di strutture ha bisogno di manutenzione e la manutenzione ha un costo!), ma l'illuminazione aveva un timer e la signora aveva premura di accompagnare altri visitatori, per cui non è stato possibile osservare con la dovuta calma la magnificenza degli affreschi...peccato! Avrei gradito una gestione più professionale del complesso, visto l'importanza storica di ciò che custodisce: per questo reputo di dover dare una recensione non del tutto positiva. Ringrazio comunque la signora, di cui non ricordo il nome, che ci ha fattola cortesia di accompagnarci.

Grazie, TeresaCaporale
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 11 agosto 2017

Essendo di passaggio e quindi poco informati, ci eravamo fermati per visitare i ruderi del Castello di Bominaco. Abbiamo trovato aperti (grazie ad una gentilissima guida volontaria) e quindi visitato la chiesa di Santa Maria Assunta e l'oratorio di San Pellegrino.
Entrambi interessantissimi, la sorpresa maggiore è stato l'oratorio, incredibilmente affrescato.
Assolutamente da vedere se si è in zona.

2  Grazie, salmauros
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito 9 agosto 2017

se si potessero dare un voto da 1 a 10 il mio voto sarebbe 20. una cosa del genere in altri luoghi verrebbe valorizzata e sponsorizzata in modo eclatante, una delle opere sopravvissuta ai vari terremoti che hanno colpito la zona.L'interno della chiesa è diviso in due parti da due pietre che delimitavano le aree dedicate ai frati e l'altro dedicato alla platea; su quello di sinistra è rappresentato un drago, mentre su quello di destra un grifone.
Le pareti dell'oratorio sono completamente coperte da uno straordinario ciclo di affreschi: un ciclo sull'infanzia di Cristo, uno sulla Passione, scene del Giudizio Universale, storie del Santo Pellegrino e di altri santi ed una serie sui mesi dell'anno a rappresentare che si studiavano le costellazioni già all'epoca. Gli episodi sono su tre registri disposti. è qui rappresentata la prima "ultima cena" in alcune scene ci sono degli accenni di prospettiva che verrà completamente applicata più tardi. il luogo ha un'imporanza unica poichè quasi tutti gli affreschi risalgono al 1200.
da non perdere e da pubblicizzare assolutamente

1  Grazie, Giancarlo F
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Vedi altre recensioni
Recensito 6 agosto 2017

Un piccolo oratorio dedicato a San Pellegrino (sottostante a una chiesa romanica perfettamente conservata) interamente affrescato nel XIII secolo. Affreschi conservati e /o restaurati perfettamente. Non ci si può staccare gli occhi per almeno un'ora anche se la chiesa è molto piccola. Raramente si possono ammirare edifici sacri con tutte le pareti affrescate. Non vi è un solo centimetro quadrato libero dagki affreschi, la cui qualità è alta e, comunque, molto interessante per il confronto con opere coeve.

1  Grazie, gillo a
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.

Gli utenti che hanno visto Bominaco hanno visto anche

 
Sant'Eufemia a Maiella, Provincia di Pescara
 

Conosci Bominaco? Condividi la tua esperienza!

Proprietari: qual è la vostra versione dei fatti?

Siete proprietari o gestori di questa struttura? Richiedete gratuitamente il profilo per tenerlo aggiornato, rispondere alle recensioni e tanto altro ancora.

Richiedete il vostro profilo