Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di Tripadvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Salva
  
Google
Modi per scoprire Sentiero Degli Dei
a partire da USD 55.73
Altre info
a partire da USD 96.59
Altre info
a partire da USD 169.04
Altre info
a partire da USD 102.63
Altre info
Recensioni (2’813)
Filtra recensioni
2’813 risultati
Valutazione
2’364
353
68
11
17
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
LinguaTutte le lingue
Altre lingue
Valutazione
2’364
353
68
11
17
Scopri i commenti dei viaggiatori:
Filtri selezionati
Filtra
Aggiornamento elenco in corso…
2 - 7 di 2’813 recensioni
Recensito il 11 ottobre 2020

5 stelle ovvie al sentiero, 1 a certi turisti imprudenti. Parto dal presupposto che la Costiera è un territorio incredibile ed unico al mondo, ma al contempo anche eccezionalmente fragile. Come ogni luogo che ottiene in un breve tempo un successo enorme, pienamente meritato, anche il sentiero degli Dei è minacciato da un turismo puramente predatorio, che porta ad Agerola frotte di turisti impreparati e imprudenti, che rischiano solo di compromettere la propria sicurezza e la stessa tranquillità dei luoghi. Il sentiero degli Dei regala scorci bellissimi e ormai famosi su buona parte della penisola Sorrentina, fino a vedere Capri con i suoi faraglioni e dall'altro lato, in fondo, Punta Licosa in Cilento, a chiudere il golfo di Salerno. Racconta anche un pezzo importante della storia bellissima, anche enogastronomica e rurale, dei Monti Lattari, un territorio stretto tra montagna e mare. Non è difficile ancora oggi vedere pastori, greggi di capre o muli. Il sentiero degli Dei, allo stesso tempo, NON E' UN SENTIERO TURISTICO ADATTO A TUTTI. Per capirlo basterebbe leggere qualche informazione basilare del CAI Monti Lattari, che trovate facilmente anche online: il sentiero è classificato, infatti, con la lettera "E", quindi è riservato ad escursionisti già pratici dei trekking in montagna, con un senso d'orientamento minimo, abbigliamento adeguato, abituati a capire la segnaletica. In barba a tutto questo, si vedono continuamente turisti imprudenti che percorrono il sentiero con scarpe inadatte (con le infradito!!), in difficoltà dopo pochi km, disorientati al minimo bivio o che si ritrovano alle 13 di un giorno assolato (peggio se estivo) a metà percorso, che è esattamente il modo giusto per finire in ospedale ustionati e vivere una pessima esperienza. Sono situazioni come questa a causare i frequenti incidenti, purtroppo anche mortali, che si sono avuti negli anni. L'altra conseguenza è l'affollamento: ho effettuato la visita in un sabato di ottobre 2020 ed ho trovato comunque tanta tanta gente, quindi posso solo immaginare cosa significa effettuare la visita in un weekend di agosto, con il conseguente affollamento incredibile ovunque, bus pieni, auto dappertutto.

Qualche dettaglio tecnico e consigli sparsi:

1) il sentiero in sé, come riporta lo stesso CAI, dalla piazza Paolo Capasso di Bomerano (fraz. di Agerola) a Nocelle (frazione montana di Positano) è lungo all'incirca 5,3 km. Non di più come scrivono alcuni. Secondo la cartellonistica si percorre in 4 ore, andando abbastanza piano ed effettuando soste lungo il percorso. Nella pratica, se siete in forma e avete un buon passo si percorre anche in 2-3 ore. Questo per il sentiero vero e proprio. Sia a Bomerano che a Nocelle trovate bar e bagni pubblici. A Nocelle c'è anche un defibrillatore, visto l'elevata utenza.

2) il percorso è contraddistinto dal numero 327. Se lo si inizia da Agerola, dopo circa 1,9 km, in località Colle La Serra, c'è un bivio: andando a sinistra si prosegue lungo la parte bassa del sentiero, che è quella più panoramica ma anche più esposta, mentre andando a destra si imbocca la variante alta (327a), un po' più alta, ma anche meno esposta e quindi un po' meno panoramica. Le due strade si riuniscono dopo circa 1,3 km. Se si soffre di vertigini e si è meno esperti è consigliabile girare a destra per la variante alta. Ad ottobre 2020, a causa di un vasto incendio nei mesi scorsi, la parte bassa è vietata per pericolo di caduta massi.

3) Il percorso in sé tecnicamente non è né veramente difficile né pericoloso. Però: ci sono scalini pietrosi anche molto alti, quindi è indispensabile essere in buona forma e abituati. Il fondo può essere scivoloso e sono presenti burroni anche non protetti, quindi sono altrettanto indispensabili calzature antiscivolo, stando attenti dove bisogna. Infine, ci si trova per lunghi tratti esposti al sole, quindi l'ideale sarebbe partire all'alba o comunque non oltre le 8 di mattina, in modo da arrivare almeno a Nocelle prima delle 11-12. Evitate i mesi estivi, soprattutto agosto. Se si ha solo agosto per effettuare il sentiero, non fatelo comunque! La costiera è piena di sentieri altrettanto panoramici, e luoghi dalla visuale simile sono raggiungibili addirittura in auto. Fare il sentiero solo per seguire una moda e non seguendo certe indicazioni di buon senso rischia solo di mettervi in potenziale pericolo e comunque di rovinarvi l'esperienza, perché troverete di sicuro luoghi e mezzi pubblici affollati, con conseguenti disagi.

4) Cosa fare una volta arrivati a Nocelle? Vale sicuramente la pena arrivare a Positano, magari per farsi un bagno addirittura ad Ottobre :)
Per farlo, dalla fine del sentiero, percorrendo altri 300m circa (ci sono le indicazioni) si arriva al piazzale dove prendere il bus fino a Positano. Calcolate che i bus non sono frequenti (circa uno ogni ora credo) e sono piccoli, viste le strade. La domanda è maggiore dello scarso servizio offerto, quindi se effettuate la visita in giorni affollati dovete mettere in conto l'attesa e i disagi. In alternativa si può continuare naturalmente a piedi, e ne vale anche la pena. Anche qui sono due le opzioni: potete prendere gli oltre 1800 gradini che scendono fino ad Arienzo, lungo la SS163 (con annessa fermata bus per Amalfi), proseguendo per 1 km si raggiunge il centro di Positano. In alternativa da Nocelle si può comminare ancora fino a Montepertuso (altra frazione montana), e da qui scendere a Positano sempre tramite una scala molto panoramica.

Data dell'esperienza: ottobre 2020
2  Grazie, Alaskian
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 11 ottobre 2020

Magnifica passeggiata che offre stupendi panorami sulla Costiera Amalfitana. Il percorso è mediamente facile e in breve tempo da Bomerano si giunge a Nocelle (2 ore circa). Ancora più bello continuare il percorso per raggiungere Montepertuso e poi scendere fino al centro di Positano. Da Montepertuso bella la deviazione al "foro" ben visibile sopra il paese.

Data dell'esperienza: ottobre 2020
Grazie, LuxBici
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 7 ottobre 2020

Il sentiero degli Dei, da Agerola a Positano, si inerpica sulle colline e per circa 3/4 ore di camminata NON impegnativa si raggiunge Positano, con panorami e flora mozzafiato.
I sentieri sono due, a scelta, uno basso ed uno alto, quest'ultimo un pò più impegnativo solo perchè in salita. Il sentiero termina a Nocelle ma la vera conclusione del percorso si ha arrivando a Positano, dove da Nocelle a Positano vi attendono solo 1.700 gradini a scendere.

Data dell'esperienza: settembre 2020
1  Grazie, 365stefanog
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 7 ottobre 2020 da dispositivo mobile

Il panorama già noto non viene rovinato dai recenti roghi dolosi di delinquenti abituali. Ancora rimane il dubbio del ritorno in autobus da Positano...per questo si consiglia di fare il percorso alto all'andata, di fermarsi in piazzetta a Nocelle e farsi il percorso basso al ritorno.

Data dell'esperienza: ottobre 2020
1  Grazie, gianlucam7691
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 5 ottobre 2020 da dispositivo mobile

Passeggiata panoramica nel cuore della costiera amalfitana. Esperienza da fare almeno una volta nella vita

Data dell'esperienza: ottobre 2020
Grazie, 73flaviob
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Visualizza più recensioni