Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Salva
Il meglio delle recensioni
Imponente Chiesa con facciata di mattoni lineari ed un interno di sfarzoso barocco

Sabato 14 Luglio - Come torinesi, eravamo curiosi di vedere la casa dove nacque e visse la Leggi il seguito

Recensito il 24 luglio 2018
Silvano G
,
Torino, Italia
Visita alla BEATA PANACEA

Particolarissima e mastodontica CATTEDRALE eretta in pieno rinascimento in onore della locale Leggi il seguito

Recensito il 22 luglio 2017
Domenico L
,
Romagnano Sesia, Italia
Leggi tutte le 4 recensioni
  
Recensioni (4)
Filtra recensioni
4 risultati
Valutazione
3
1
0
0
0
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
LinguaTutte le lingue
3
1
0
0
0
Scopri i commenti dei viaggiatori:
Filtra
Aggiornamento elenco in corso…
Recensito il 22 luglio 2017

Particolarissima e mastodontica CATTEDRALE eretta in pieno rinascimento in onore della locale patrona cittadina, appunto la BEATA PANACEA, la cui biografia storica è stata redatta da un' insolito cronista : "SILVIO PELLICO"..
La chiesa è incastonata in pieno centro cittadino e parcheggiando in PIAZZA CASTELLO, si possono visitare anche delle cantine di produttori viti-vinicoli e l' antico recetto.
Naturalmente il punto forte della chiesa è lo scurolo della beata ove sono custodite le reliquie sacre della santa, ma l' intera cattedrale davvero enorme è un piccolo museo di tante opere d' arte come affreschi, pale, quadri e stucchi. Per il momento l' ingresso è ancora gratuito e se si arriva in zona per altri motivi una visita è davvero consigliabile.
Fare il giro intorno all' urna della SANTA pregando per i fedeli è un vero e proprio scudo contro il maligno.
La visita può essere conclusa in uno degli innumerevoli locali della zona dove si mangia e si beve benissimo a prezzi davvero contenuti : GUFO NERO, CAVENAGO, LA TORRE, LA BARAGGIOLA etcc... etcc.

Data dell'esperienza: giugno 2017
Grazie, Domenico L
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 28 agosto 2015

La Chiesa ha un impianto del XVII e del XVIII secolo ma ciò che senz'altro merita una visita è lo "Scurolo" in cui sono custodite le spoglie della Beata Panacea, molto venerata da tanti secoli in queste zone. Lo Scurolo è un'opera insigne di Alessandro Antonelli, la "archistar" della Mole di Torino che proprio a Ghemme nacque. Le grandi colonne sono di mattoni così come tutto questo piccolo gioiello che testimonia per intero il genio di questo grande architetto. Sarebbe probabilmente opportuno collocare in loco una apparecchiatura atta a fornire la spiegazione di ciò che si ha la fortuna di vedere.

Data dell'esperienza: agosto 2015
Grazie, Marco Z
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.