Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Museo della Navigazione Fluviale di Battaglia Terme
Salva
Il meglio delle recensioni
La Storia è fatta (anche) di storie

I “barcari” erano uno dei pilastri portanti dell'Economia del territorio: spingendosi con le loro Leggi il seguito

Recensito il 12 giugno 2018
Gino F
,
Due Carrare, Italia
Memoria di mestieri antichi

In occasione della festa del Primo Maggio, ho visitato con la mia famiglia il Museo della Leggi il seguito

Recensito il 1 maggio 2018
AmelieD1983
,
Provincia di Padova, Italia
da dispositivo mobile
Leggi tutte le 31 recensioni
  
Recensioni (31)
Filtra recensioni
31 risultati
Valutazione
18
10
3
0
0
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
LinguaTutte le lingue
Altre lingue
18
10
3
0
0
Scopri i commenti dei viaggiatori:
Filtra
Aggiornamento elenco in corso…
8 - 13 di 31 recensioni
Recensito il 20 agosto 2016

Piccolo museo e piccolo gioiello. Si visita in poco tempo, ma offre la possibilità di approfondire le curiosità sulla navigazione fluviale. Potrebbe capitarvi di imbattervi nell'ultimo dei barcari, cui si deve la cura del museo, che vi spiegherà, con il suo collaboratore, che Battaglia Terme era un tempo il terzo porto fluviale d'Italia, che il canale è stato il secondo ad essere realizzato nel nostro Paese e tante altre interessanti informazioni sulle attività che venivano svolte fino a pochi decenni fa. Colpisce ed affascina l'orgoglio con cui questo museo viene tenuto, curando e promuovendo i contatti e i gemellaggi internazionali, gli articoli nella stampa specializzata...
Insomma, consigliato veramente!

Grazie, FAMMi
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 22 giugno 2016

Museo molto interessante, racconta la storia della navigazione sui canali veneti con tantissimo materiale.
Uno spaccato di un mondo di lavoro e fatica cancellato dalla motorizzazione ma per fortuna non dimenticato.

sempre a Battaglia Terme l'associazione "El Barcaro" organizza giri in barca sui canali per provare dal vivo le esperienza raccontate dal museo

Grazie, Giorgio B
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 12 giugno 2016

Padova si formò intorno al XII secolo a.C. in un'ansa dell'antico Brenta (Medoacus), da allora la storia di Padova è segnata dalle acque. Nel i° secolo d.C., lo storico Tito Livio rende omaggio all'abilità nella navigazione degli antichi patavini. Da allora il trasporto fluviale si intensificò fino alla costruzione del grande porto con botteghe e fondaci in età romana. L'acqua quale supremazia territoriale, l'acqua per il fiorire dei commerci, quale risorsa economica.

Grazie, Salvatore1936
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 27 aprile 2016

Situato in un angolo nascosto della parte antica di Battaglia Terme
è da considerarsi una piccola rara perla,questi musei sono rari da trovarsi ed è meglio visitarli per capire come venivano affrontate le difficoltà dai nostri avi. INTERESSANTISSIMO ed ubicato in una bella cittadina tra Padova e Monselice.

Grazie, giancarlosmi
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 13 febbraio 2016

La navigazione fluviale è stata veicolo di scambi di merci, nella bassa Padana, fin dai tempi antichi. Poi la modernità l'ha uccisa. Il museo, con la grande passione del suo fondatore, barcaiolo da tre generazioni, testimonia tutta la conoscenza che quest'attività richiedeva, dalla costruzione delle imbarcazioni negli squeri (come i burci ed i bragozzi con le loro vele latine), alle testimonianze fotografiche che ci portano quasi a toccare questo affascinante mondo oramai scomparso.
Complimenti al fondatore del museo, che con le sue forze ha dato vita a questa meravigliosa ed unica esposizione, al suo impegno per promuoverla e farla conoscere.
Una nota che non è a margine. Il museo è conosciuto ed apprezzato, oltre che da organizzazioni specialistiche italiane, anche all'estero, come ad esempio in Inghilterra.
Consigliato.

Grazie, claudio1235
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Visualizza più recensioni