Abbiamo notato che stai utilizzando un browser non compatibile. E'possibile che il sito di TripAdvisor non sia visualizzabile.Il nostro sito e' ottimizzato per i seguenti navigatori:
Windows: Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome. Mac: Safari.
Il meglio delle recensioni
Quando la bellezza batte la burocrazia

Se riuscirete ad entrarci capirete quanto è assurda la burocrazia o l'interesse di parte nella Leggi il seguito

Recensito il 19 ottobre 2018
MagodiUZ
,
Monza, Italia
da dispositivo mobile
AFFRESCHI DEL PINTURICCHIO NELLA CAPPELLA BAGLIONI A SPELLO-PERUGIA

Nella Collegiata di Santa Maria Maggiore a Spello-Perugia si trova la Cappella Baglioni con molti Leggi il seguito

Recensito il 24 settembre 2018
ANDREA D
,
Pistoia, Italia
Leggi tutte le 194 recensioni
  
Recensioni (194)
Filtra recensioni
194 risultati
Valutazione
156
24
4
6
4
Tipo di viaggiatore
Periodo dell'anno
LinguaTutte le lingue
Altre lingue
156
24
4
6
4
Scopri i commenti dei viaggiatori:
Filtra
Aggiornamento elenco in corso…
8 - 13 di 194 recensioni
Recensito il 28 luglio 2018

Il primo impatto con la collegiata di Santa Maria Maggiore, sede della cappella Baglioni, è stato il sommo disappunto di trovarla chiusa per lavori; siamo stati quindi costretti, nostro malgrado, ad indirizzare le nostre attenzioni sul borgo medievale, percorrendo le sue viuzze fin sulla sommità del paese.
Tornati poco dopo dinanzi alla chiesa, ci siamo accorti che una comitiva in visita guidata (che abbiamo poi scoperto essere di turisti russi), si stava dirigendo verso l’entrata al cortile laterale della collegiata. Preso dalla curiosità, mi sono avvicinato, chiedendo informazioni ad un anziano frate che stava uscendo.
Il frate mi ha così informato che la chiesa era chiusa al pubblico a causa dei danni subiti in occasione degli ultimi terremoti che hanno funestato la regione, ma si poteva visitare se accompagnati da una guida autorizzata; ho quindi chiesto se avessimo potuto unirci al gruppo di turisti russi, ed il frate ci ha risposto affermativamente.
Siamo così entrati a visitare la chiesa, ma soprattutto la splendida cappella Baglioni, suo tesoro più prezioso. Non abbiamo purtroppo potuto giovarci delle dettagliate spiegazioni impartite in russo dalla guida, ma abbiamo comunque potuto ammirare da vicino gli splendidi affreschi, che furono commissionati a Pinturicchio dall’allora vescovo Baglioni, che diede il suo nome alla cappella.
Gli affreschi, dipinti nell’anno 1500, sono sostanzialmente tre (Annunciazione, Adorazione dei pastori, Disputa di Gesù coi Dottori nel tempio), cui si aggiungono le quattro sibille dipinte sul soffitto a crociera, attribuite ad altro artista.
Gli affreschi sono delicati, raffinati e molto eleganti, pieni di moltissimi dettagli (tipici della pittura di Pinturicchio), e colmi di simbologie, che possono essere colte solo con un’attenta lettura; in mancanza di una guida, suggerisco di documentarsi prima di un’eventuale visita, per poter cogliere appieno i molti messaggi lanciati dall’artista.
Piccola nota sul pavimento, realizzato in pregevole maiolica di Deruta, coperto da una lastra che permette di ammirarlo, oltre che di proteggerlo mentre ci si cammina sopra per ammirare le pareti affrescate.
Siamo stati a lungo a contemplare questa meraviglia, e notando gli occhi meravigliati di diversi dei turisti russi, sono stato fiero di essere nato in questo Paese, che è un immenso scrigno di opere d’arte meravigliose, che il Mondo intero ci invidia e di cui noi stessi non conosciamo l’intero contenuto.

Data dell'esperienza: luglio 2018
Grazie, Daniele B
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 8 giugno 2018

Il committente priore Troilo Baglioni ( Vescovo di Perugia, deceduto 1506), diede incarico di affrescare la Cappella al perugino Pinturicchio così..... nella volta affrescò (negli spicchi) quattro sibille sedute su troni affiancate da targhe con profezie sulla venuta di Cristo.Tutti gli affreschi hanno come tema le storie di Maria e dell'infanzia di Gesù, troviamo affreschi raffiguranti L'Annunciazione (parete di sinistra), L'adorazione dei pastori (al centro), La disputa di Gesù con i dottori (a destra) e proprio qui viene raffigurato Troilo Baglioni come protonotaro apostolico al cui fianco appare un signore con delle monete a simboleggiare la ricompensa per Pinturicchio.

Data dell'esperienza: giugno 2018
Grazie, alessandra_biondi3
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 18 maggio 2018

All'interno della chiesa di Santa Maria Maggiore si trova la splendida Cappella Baglioni affrescata dal Pinturicchio. Attualmente la chiesa è chiusa, in quanto deve essere restaurata, ma con un pò di fortuna si può accedere alla Cappella dall' adiacente oratorio, sempre che sia presente il volontario incaricato dal parroco.
La Cappella Baglioni (Baglioni era il priore della chiesa) è stata affrescata dal Pinturicchio nel 1501, quando il pittore si trovava nella piena maturità artistica. Gli affreschi, che rappresentano le storie di Maria e l'infanzia di Gesù, hanno dei colori vivaci, le figure hanno spessore e profondità, gli sfondi sono curati nei minimi dettagli.
A rendere gli affreschi ancor più piacevoli e godibili è il fatto che la Cappella non è di grandi dimensioni per cui le pitture sono molto vicine allo spettatore che può goderne a pieni occhi. Da non dimenticare il pavimento in maiolica di Deruta, purtroppo molto rovinato.

Data dell'esperienza: aprile 2018
1  Grazie, etzwane
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 14 maggio 2018

Non si riesci a scrivere ne raccontare niente di fronte a tanta bellezza. Attualmente è chiusa, ma prenotando si può accedre.
Stupendo il Pinturicchio in questa opera.
Scusate ma le parole servono a poco. Andateci e capirete.

Data dell'esperienza: maggio 2018
Grazie, Giulio56
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Recensito il 4 maggio 2018

La premessa è che non è sempre visitabile; alla porta principale della Chiesa, chiusa, c'è un cartello che avvisa che sono sospese le visite per inagibilità in seguito al terremoto. Ma avendo letto recensioni che in questi mesi la descrivevano, abbiamo provato ad entrare dal retro e c'era una porta aperta, che conduceva all'interno; un addetto faceva i biglietti (2€) e accedevi a questa meraviglia per descrivere la quale non ci sono parole. Emozionante, bellissima! Nel pomeriggio, però, era chiusa. Se passate da Spello provate in vari momenti, magari siete fortunati. Da non perdere.

Data dell'esperienza: aprile 2018
1  Grazie, Nadia P
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un viaggiatore di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC.
Visualizza più recensioni